FANDOM


Max Eisenhardt
Magneto-profilo

Magneto

Nome: Max Eisenhardt (di nascita), Erik Magnus Lehnsherr (ufficiale)
Alterego: Magneto
Aliases: Erik Magnus Lehnsherr, Magnus, Signore del Magnetismo
Parenti: Jakob Eisenhardt (padre, deceduto), Edie Eisenhardt (madre, deceduta), Erich Eisenhardt (zio, deceduto), Ruth Eisenhardt (sorella, deceduta), Magda Lehnsherr (moglie, deceduta), Anya Lehnsherr (figlia, deceduta), Wanda Maximoff (figlia), Pietro Maximoff (figlio), Lorna Dane (figlia), Steve Rogers (genero), Crystalia Amaquelin-Maximoff (nuora), Luna Maximoff (nipote), Thomas Rogers (nipote, deceduto), William Rogers (nipote, deceduto) William Kaplan (nipote reincarnato), Thomas Shepherd (nipote reincarnato), Ian Rogers (nipote adottivo)
Affiliazione: Confraternita dei Mutanti, X-Men (occasionale)
Base: Itinerante


Status:

Allineamento: Legale Malvagio (con riserva)
Identità: Pubblica
Cittadinanza: Tedesca (ex?), Apolide
Stato Civile: Vedovo
Occupazione: Aspirante conquistatore del mondo; Attivista politico; Condottiero della resistenza mutante; Rivoluzionario; Capo della Confraternita; Terrorista. Precedentemente: contrabbandiere, carpentiere, cacciatore di nazisti, volontario per aiuti umanitari.
Educazione: Autodidatta


Origini:

Origine: Mutante
Universo: Earth-10888
Luogo di Nascita: Berlino, Germania
Data di Nascita: 31 dicembre 1923
Segno Zodiacale: Capricorno ascendente Leone


Caratteristiche:

Sesso: Maschio
Altezza: 1.88 m
Peso: 110 kg
Occhi: Azzurri
Capelli: Bianchi
Segni Particolari: Tatuaggio identificativo all'avambraccio sinistro; Terror face

 

Citazione.

Storia Modifica

Dalla nascita al lager.Modifica

M. nacque nel 1922 a Berlino da una famiglia tedesca di credo ebraico, gli Eisenhardt. L'osservanza del culto mosaico non era stretta, tanto che l'infante ricevere il nome aico di Maximilian (abbreviato in Max). Il padre, Jacob, veterano decorato della Prima Guerra Mondiale, possedeva una bottega di orologiaio in cui il giovane Max iniziò ben presto a dare una mano, aiutato dall'intelletto vivace e da una grande abilità manuale. 

MaxPre

Prima

Frequenta scuole ordinarie, durante gli anni dell'ascesa al potere del partito nazista. Dopo l'emanazione delle leggi di Norimberga, viene costretto a ritirarsi dagli studi, nella speranza di passare a tempo pieno a dare una mano nell'attività di famiglia.

Purtroppo le persecuzioni hanno una brusca accelerazione, e dagli occasionali pogrom il regime inizia a mettere in pratica la politica di razionale ed organizzata persecuzione degli indesiderabili. Dopo la Notte dei Cristalli, nel 1938,, la famiglia Eisenhardt viene costretta ad abbandonare Berlino. Con ogni altra possibilità di espatrio preclusa, gli Eisenhardt si trasferiscono in Polonia. Dopo l'invasione tedesca, sono obbligati a risiedere nel Ghetto di Varsavia.

Durante la permanenza nel Ghetto, Max impara a sopravvivere e con l'aiuto ed il supporto dello zio Erich lavora per l'embrionale 'resistenza' ebraica, agendo come contrabbandiere per loro conto. In ultima analisi, però, assiste impotente al deliberato assassinio per stenti della sua gente.

Nel 1942, a seguito di un tentativo di evadere dal Ghetto e traditi dal contatto polacco che avrebbe dovuto guidarli fuori, gli Eisenhardt vengono fucilati da un drappello di soldati tedeschi. Inconsapevolmente, Max impiega il suo potere per parare i proiettili che lo avrebbero ucciso. Creduto morto, viene comunque catturato poco dopo durante un rastrellamento.

MaxPost

Dopo.

Entra nel campo di concentramento di Aushwitz, ricevendo la matricola 24005. In pochi mesi, sfruttando le sue doti incredibili nel trovare ed estrarre metalli preziosi e gioielli nascosti nei corpi e negli abiti dei prigionieri, si fa strada fino a che gli viene assegnato il compito di Sonderkommando, addetto alla spoliazione ed all'incenerimento dei corpi. Questo particolare della sua prigionia lo terrà nascosto ad eccezione di pochissimi individui. [Charles Xavier; Rogue]

Durante la rivolta degli zingari, nel 1944, riesce ad evadere dal campo. Ma fallisce nel tentativo di salvare, assieme a lui, una giovane donna sinti per cui aveva iniziato a provare forti sentimenti.

Cacciatore di nazistiModifica

Negli anni successivi al campo di prigionia, l'uomo che diverrà noto come Magneto si lascia alle spalle il proprio nome, considerandolo parte di una vita interrotta nel varcare i cancelli dell'inferno. Si fa conoscere come Erik Lehnsherr, fintanto che faticosamente si apre la strada verso l'Ucraina. Si guadagna da vivere come può e come ha imparato, rubando senza farsi remore quando non trova nessun lavoro. E ciò è spesso.

Si imbatte fortunosamente in una carovana di zingari. Dando dimostrazione delle sue doti crescenti, si fa accettare come membro, aggiungendo al nome "Magnus" per prudenza e non far risuonare nomi tedeschi alla gente slava. La carovana si dirige con lunghe deviazioni verso le terre riconquistate dall'Armata Rossa. Durante questi mesi, Magnus affina il controllo sui propri poteri sia per imbastire gli spettacolini di prestidigitazione che per scassinare casseforti e trovare infallibilmente cumuli di denaro nascosti, armi e gioielli. Inoltre, riprende con passione divorante a trascorrere intere serate sveglio a leggere disordinatamente tutti i libri su cui riescono a mettere mano. In breve, anche le biblioteche private diventano un bersaglio per lui, e quando riesce ad ottenere un carretto personale, buona parte è esclusivamente occupata da casse di libri.

Durante il 1949, si stabilisce a Odessa, separandosi dalla carovana e trovando molti lavori come fabbro, carpentiere ed operaio portuale. Non avendo niente a trattenerlo, non appena mette da parte qualche risparmio, si imbarca come mozzo su un mercantile, ansioso di mettere quanta più distanza possibile fra sè ed il passato. 

La nave dirige verso il Sud America. E lì, una volta sbarcato ed in attesa di ripartire, Erik si imbatte in un gruppetto di ex-soldati tedeschi. Li riconosce come SS dagli inni che intonano al tavolo e dai pugnali che stolidamente alcuni ancora portano addosso.

Quella sera, un blackout colpisce il quartiere portuale di Bahia Blanca. Al mattino, i corpi sfigurati di alcuni rispettabili operai tedeschi sono trovati inchiodati dai rispettetivi pugnali allo scafo di un peschereccio.

Magnus non fa ritorno alla sua nave. Iniziando a ricostruire il percorso e i contatti usati dai carnefici della sua gente per arrivare in salvo in Argentina, Magnus prende la risoluzione di dar loro la caccia per fare giustizia da sè. 

In capo a pochi mesi, viene notato e reclutato da operativi locali dei servizi segreti USA, ben felici di avere un cacciatore tanto risoluto e con doti che non stentano a rivelarsi sovraumane al loro servizio.

La ConfraternitaModifica

Per alcuni anni, Magnus opera come agente della CIA, non rinnegando mai il proprio impegno nei confronti di quella che continua a percepire come la sua gente. E' nel 1953 che, durante un soggiorno ad Haifa fa la conoscenza con Charles Xavier, offrendogli la sua piena collaborazione per l'associazione di supporto ai reduci dei campi. Per almeno un decennio, Magnus dirotta larga parte dei compensi leciti o meno che gli arrivano dal suo incarico segreto per contribuire a finanziare le attività del Centro. Sempre in questo periodo, viene contattato anche da agenti del Mossad, ed agevolmente si presta a diventare un doppio agente, ritenendo di servire comunque al meglio la causa della propria gente. 

L'ultima missione di Magnus nelle vesti di rogue agent, nel 1970, si traduce però in un'enorme delusione. Dopo aver individuato e distrutto una base nazista in Argentina, scopre nel peggiore dei modi l'esistenza dell'intreccio di interessi fra Stati Uniti e scienziati del Terzo Reich occultati nelle nazioni dell'America Latina. Come rappresaglia per la sua azione avventata e non richiesta contro Hans Richter, i servizi segreti assassinano di fronte ai suoi occhi la sua terapeuta, Isabelle Rios, con cui stava appena sbocciando una relazione. La reazione di Magnus è furibonda: elimina il team CIA, prendendo consapevolezza di essere stato manipolato ed usato da una razza che lo ha perseguitato sempre, in un modo o nell'altro, e si ripromette di non esserlo mai più. Giura di vendicarsi, assume per la prima volta il nome di Magneto e si precipita nuovamente ad Haifa, per sollecitare l'alleanza del suo amico fraterno e preparare insieme la lotta contro i sicuri oppressori del domani. 

Di fronte al rifiuto determinato di Charles, e per evitare che la propria condotta finisca per trascinare nella rovina l'amico e condannare il suo centro ed il bene che continua a fare, clamorosamente e pubblicamente Magneto inizia a condannare con furia l'operato dei 'collaborazionisti sapiens' con alcune prime azioni di rappresaglia, e si divide da Xavier dopo un'ultima missione congiunta, portando con sè un gran quantitativo d'oro che intende mettere a frutto per finanziare la sua personale visione di sopravvivenza mutante tramite incontrastata supremazia.

Nel corso di pochi anni, raduna intorno a sè un manipolo di seguaci fedeli, organizzando un'associazione marcatamente terroristica che denomina 'Fratellanza Scarlatta'. Costringendo o persuadendo persino alcuni Sapiens a collaborare, l'organizzazione sferra attacchi devastanti contro i centri del massimo potere di NATO e Patto di Varsavia, basi militari, sedi di partito e banche in primo luogo, per fornirsi di fondi ed armamenti con cui proseguire la lotta.

Magda e la Stirpe di M.Modifica

Durante il periodo della Fratellanza, sia pure in via del tutto informale ed estremamente discreta non tronca i rapporti privati con Xavier. Proprio grazie a ciò, nel corso di una dei loro rarissimi incontri, Charles fa in modo di presentargli una ragazza che, dal profilo psicologico che ha ricostruito di Magnus, dovrebbe incontrare i suoi favori e probabilmente stemperarne gli eccessi. Così infallibilmente si verifica, e Magnus si innamora perdutamente di Magda, figlia di perseguitati e che risponde appieno al profilo evinto dal professor Xavier.

Per amore suo, Magneto si ritira dalle scene per alcuni anni, riconoscendosi inadatto al ruolo di leader ora che ha qualcosa che teme di perdere. Le tiene nacosti i suoi poteri e la sua storia, con la complicità di Charles. Scioglie la Fratellanza nel 1978 e lascia a disposizione dei membri un vasto tesoro da spartirsi equamente. Con la sua sposa si ritira in Transia sotto falso nome, cullando la speranza di poter godere di una vita felice e serena. Dalla loro unione, nel 1979, nasce Anya.

Magnus è un padre tenero e premuroso, ed accetta lavori di basso profilo pur di tenere la propria famiglia al sicuro. Durante un periodo di grave crisi economica, nel 1985, però, il rifiuto di corrispondergli il compenso pattuito da parte del datore di lavoro fa scattare in lui un moto di rabbia che palesa i suoi poteri. La voce corre in fretta, e la reazione degli abitanti non si fa attendere: atterriti dalla prospettiva del mostro nascosto fra loro, scatenano un pogrom. La casa di Magnus viene data alle fiamme ed Anya perisce nell'incendio. Il padre riesce a stento ad abbracciarne il corpicino carbonizzato. Magnus, straziato dal dolore, cede in pieno alla collera e scatena la piena misura dei suoi poteri sugli abitanti della cittadina, sterminandoli tutti in una letale conflagrazione elettromagnetica che per molti anni rimarrà inspiegata. Solo Magda viene risparmiata, ma non riconosce affatto l'uomo che si trova avanti. Lo abbandona, appellandolo a sua volta mostro.

Distrutto dal dolore della perdita e dalla rabbia contro se stesso per aver ceduto nuovamente all'illusione di una vita normale, Erik si rifugia nuovamente nell'alter ego Magneto, riprendendo immediatamente i contatti per ridar vita ad una nuova versione della Fratellanza e riprendere la lotta contro un nemico che gli ha nuovamente portato via tutto.

A sua insaputa, Magda è nuovamente incinta.

RuritaniaModifica

L'attenzione di Magneto si focalizza ora sullo stato est-europeo di Ruritania.Dopo la perdita di Magda, Magneto stringe nuovamente i contatti con alcuni dei vecchi collaboratori [insert names here] e si dedica completamente alla causa mutante. La Fratellanza riprende l’esperienza degli anni Settanta, ma con molti nuovi membri in più, reclutati prevalentemente nell’Est Europa. Agli inizi la loro attività è indistinguibile da quella di una normale banda criminale: per procacciarsi i fondi, dozzine di banche vengono rapinate, i parenti di influenti uomini politici e d’affari europei vengono rapiti per ottenerne onerosi riscatti ed in generale le doti mutanti dei membri vengono messe intelligentemente a frutto. Con questi fondi, la Fratellanza si infiltra nel circuito della finanza mondiale, tramite prestanome sapiens, riciclando il denaro in attività pulite. In pochi anni, il volume d’affari raggiunge e supera il fabbisogno dell’organizzazione. Nonostante la loro reputazione di terroristi e criminali, Magneto non tollera d’implicarsi nei mercati ‘sporchi’: armi, droga, prostituzione. Alcuni malcapitati infrangono questa ferrea disposizione e vengono usati come esempio per gli altri. Del frutto di tutte queste attività beneficia in massima parte la Latveria, unico stato disposto a fornire armi ed attrezzature alle forze mutanti e del tutto indifferente alla sanzione internazionale, grazie ad un accordo sottobanco fra il suo sovrano Victor Von Doom e Magneto.

Finalmente, sul finire dell'anno 2000, le bande semi-autonome della Fratellanza si concentrano in Ruritania ed aggrediscono senza preavviso una serie di campi di detenzione in cui, fra gli altri, sono trattenuti prigionieri mutanti, sfruttati come forza lavoro a basso costo dal governo.

Rivelando apertamente le proprie mire, Magneto rinomina la sua organizzazione in Confraternita dei Mutanti, eleggendo a propri luogotenenti due fra i suoi più potenti membri, personalmente scoperti e salvati anni prima e che lo hanno fedelmente servito durante gli anni della Fratellanza: Scarlet Witch e Quicksilver. A loro si unirà, qualche anno dopo, la misteriosa e giovanissima Polaris.

Gli scontri con le forze armate ruritane non vanno comunque per il meglio come sperato: nonostante la forza d'urto dirompente della Confraternita, i mutanti sono semplicemente troppo pochi per avere la meglio su un'intera nazione ed il suo esercito. Nonostante le frequenti vittorie, la guerra sembra configurarsi sui binari di un interminabile attrito che vedrebbe sicuramente i mutanti soccombere.

Intorno al 2008 scopre che Scarlet e Quicksilver sono i suoi figli, mentre conduce esperimenti su trattamenti anti-invecchiamento e per migliorare ulteriormente il suo metabolismo. Turbato dalla scoperta, rinvia ad un momento più favorevole il comunicarglielo e prende tempo, inviando entrambi negli USA con l'incarico di sottrarre campioni della Infinity Formula allo SHIELD. La missione è coronata da successo ma Magneto continua a prendere tempo, cercando il momento perfetto per comunicare ai due di essere il loro padre, convincendosi infine che il momento migliore sarà quello della sicura, inevitabile vittoria finale.

Purtroppo, nel 2013, entrambi i gemelli lo abbandonano, nauseati dall'escalation costante delle violenze e dai metodi dispotici di Magnus. Al loro posto, tuttavia, giunge la giovane, dolce Rogue, inviata da Mystica. Magneto la prende sotto la sua ala, apprezzandone il carattere che si rivela da subito alquanto riottoso. Ne apprezza le capacità e l'utilità del suo potere, e trova modo d'impiegarla utilmente dopo breve tempo. In segreto, la considera come la sua personale 'voce dell'innocenza'. In un'occasione gli salva anche la vita da un'imboscata sapiens assorbendone per breve tempo i poteri. Turbato dall'avvenimento, e conscio di come funziona il potere di Rogue, Magneto esita fra il liberarsene  o meno. Alla fine, la riconoscenza (e l'affetto non ammesso neanche a se stesso) lo conducono a soprassedere e premiarla con sempre maggior indipendenza e voce in capitolo sulle missioni da intraprendere con la sua squadra.

Grazie all'uso dell'Infinity Formula modificata comunque i poteri di Magneto sono grandemente ampliati. Il suo stesso sviluppo fisico conosce un nuovo accrescimento e grazie in parte all'enorme potere che riesce a sprigionare da solo ed in parte ad una serie di colpi contro gangli vitali della nazione, finalmente l'insurrezione mutante viene coronata dal successo.

Magneto proclama Ruritania prima nazione mutante al mondo, e si dedica alla ricostruzione.

Ma il dissenso interno e l'intervento di numerose potenze straniere ed agenzie preoccupate da un simile rivolgimento politico conducono in pochi anni alla rovina l'esperimento ruritano: una nazione strangolata ed immiserita senza forze adatte a resistere ad un simile accerchiamento.

La Confraternita abbandona il potere nel 2015, tornando nell'ombra ed infiltrando cellule in tutti i principali pianeti del globo. 

House of M. Children's Crusade.Modifica

Angst angst angst angst

GenoshaModifica

Drama angst drama angst

InterludioModifica

Letting go.

ProvidenceModifica

Deliverance.

Poteri e abilità Modifica

Poteri:
Magneto-poteri

Il Signore degli Anelli

Controllo dell'elettromagnetismo: la mutazione di Magneto gli consente di influire, generare ed estinguere campi elettromagnetici. Questo implica la possibilità di influire su una gamma di fenomeni vastissima, con l'unica limitazione della soglia di ripercussioni che è in grado di tollerare. Benché l'origine stimata del potere venga fatta risalire a mutazioni fisiologiche del suo organismo, buona parte del potenziale a cui attinge deriva dalla magnetosfera planetaria nei cui confronti funge da focus e catalizzatore a seconda dei casi. Segue elenco non esaustivo dei modi con cui più comunemente impiega questa potentissima facoltà:

  • Manipolazione di metalli e conduttori;
  • Percezione dei campi elettromagnetici, artificiali e non;
  • Generazione di scudi, scariche ed impulsi elettromagnetici;
  • Volo;
  • Disintegrazione/trasformazione con effetti esplosivi di piccole quantità di materia;
  • Attacchi neurali (non è in grado di operare con raffinatezza sui miliardi di connessioni di una mente, ma può farne tabula rasa generando elettroshock bioelettrici, o per converso stimolarla blandamente manipolando lievemente la conduttività dei segnali bioelettrici. Alle strette, può anche agire come defibrillatore.);
  • Potenziamento personale (tenuta passivamente attiva, il controllo sui propri campi bioelettrici si traduce in riflessi, coordinazione ed intelletto enormemente amplificati. Inoltre crea un effetto di 'rumore bianco' nei confronti delle intrusioni mentali, amplificata dall'uso dell'elmetto che ha appositamente costruito per schermarsi dai telepati).

Abilità:

  • Veterano: Magneto è un combattente esperto anche sul piano personale, avendo avuto modo di ricevere addestramento CIA e Mossad. Non è un esperto in tali ambiti, ma è pienamente in grado di tener testa alle minacce anche senza ricorre ai suoi poteri.
  • Intelletto potenziato: Magneto è una delle persone più intelligenti sulla faccia della Terra, ed adopera estensivamente le sue doti soprattutto per portare avanti ricerche autonome nel campo della fisica e della chimica, su cui è avvantaggiato per la possibilità di manipolare sostanze a livello atomico senza alcuno strumento.
  • Volontà Implacabile: per oltre sessant'anni, Magneto ha perseguito ferocemente il suo obiettivo di salvezza tramite supremazia della razza mutante. Pochissime forze al mondo ed oltre sono in grado di fargli cambiare idea, e nessuna, salvo totale obliterazione, gli ha mai impedito di rialzarsi e riprendere la lotta.

Debolezze:

  • Survivor Guilt: in molti sensi, Magneto cerca costantemente di rendere la sua vita 'degna' di esser vissuta e di dare un significato al fatto di esser sopravvissuto alla sua famiglia ed alla sua gente nell'inferno dei lager.
  • Famiglia: sente enormemente il vuoto spaventoso che la perdita di ogni persona cara gli ha lasciato, ed è pronto assolutamente a tutto pur di garantirne la sopravvivenza, incluso il manipolarli contro la loro volontà. 
  • Paranoia: Magneto ha imparato nel peggior modo possibile a far conto solo sulle proprie forze, e si attende il tradimento o l'abbandono ad ogni istante. Le persone di cui è arrivato a fidarsi maggiormente, quindi, sono i suoi avversari. In primo luogo, Charles Xavier.

Attrezzatura Modifica

Armi:

  • Mani nude.

Equipaggiamento:

  • Elmetto Psicoisolante: la struttura interna dell'elmo isola ulteriormente la mente di chi lo indossa dai contatti telepatici. Costruendolo e perfezionandolo, Magnus sa di non poter ancora conoscere i limiti superiori del potere di un telepate, ma si è accertato di aver ottenuto protezione totale da qualsiasi tentativo di ingerenza (sonda psichica, suggestione e analoghi). La possibilità teorica di vedere infranto lo scudo da un attacco massiccio permane, ma questo vorrebbe dire la morte cerebrale, ed è una possibilità che accetta pienamente. L'elmo è uno strumento per evitare la sottomissione, non la morte.

Prestafaccia: Modifica

Vladimir Kulich.

Altro Modifica

Altri universiModifica

  • In Earth-10812 ha risolto i suoi conflitti con Charles Xavier con una salda e matura relazione di coppia. Sarà divertente quando lo annuncerà ai suoi due figli, Walter e Petra Maximoff.
  • In Earth-12108 è Erika Lehnsherr, paladina della causa mutante, femminista e LGBT. Dalla sua unica romance eterosessuale, nascono i figli Wanda e Pietro.
  • In Earth-88108 è sposato con Anna Marie (Rogue) e abitano in un castello (me lo sta facendo scrivere lui).


TriviaModifica

  • Sulla scala Kinsey è uno 0/1
  • Team Science
  • Se fosse un animale, sarebbe un lupo bianco
  • La sua casata di Hogwarts sarebbe la direzione di Durmstrang
  • A Westeros sarebbe un Lannister
  • Secondo la Classificazione Asgardiana è una Spinacina con tendenze Polpettone;
  • Secondo la Classificazione Suprema è un Incredibile.
  • Il suo tatuaggio è la matricola #24005, uno dei primi prigionieri di Auschwitz
  • Eisenhardt, o meglio eisenhart, significa "duro come il ferro"
  • Se giocasse a D&D, vorrebbe fare solo il master

Power Grid Modifica

Insanity Ratings
Intelligenza
 5
Forza
 2
Velocità
 2
Resistenza
 3
Proiez. energ.
 6
Abilità combattive
 4